Cimitero Monumentale di Milano

Cimiteri monumentali in Italia

Sorti in seguito alle leggi napoleoniche sulle sepolture, i cimiteri monumentali italiani sono vere e proprie città di pietra, ricche di opere d’arte commissionate dalla sempre più ricca e potente borghesia.

Se il cimitero parigino di Pere Lachaise è il prototipo del cimitero monumentale ottocentesco, è in Italia, in particolare nel ricco e laborioso Nord, che il fenomeno conosce la sua massima espansione.

I cimiteri monumentali in Italia sono lo specchio curioso del gusto e dei costumi di un’epoca e custodiscono le opere dei maggiori scultori a cavallo tra XIX e XX secolo, da Luigi Orengo, che nel cimitero di Staglieno a Genova realizza tomba Delmos (1909) tra liberty ed erotismo, a Leonardo Bistolfi e gli altri straordinari artisti che si possono ammirare tra i viali del cimitero monumentale di Milano: Medardo Rosso, Adolfo Wildt e Giacomo Manzù, per citarne solo alcuni.

Oltre a queste meravigliose opere d’arte, i cimiteri custodiscono le spoglie di personaggi fondamentali per la nostra cultura. Nel solo famedio del Monumentale di Milano sono sepolti, tra gli altri, Arrigo Boito, Luigi Cagnola, Carlo Cattaneo, Francesco Hayez, Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo e Arturo Toscanini.

Vi proponiamo una selezione dei più rilevanti cimiteri monumentali in Italia:

©Il copyright delle foto presenti in questa pagina appartiene a Necorturismo.it. Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi o materiale.

 

23 pensieri su “Cimiteri monumentali in Italia”

  1. Buonasera,
    mi sapreste indicare dove posso trovare un elenco completo dei cimiteri monumentali d’Italia?

    grazie
    Beatrice

    1. Gentile Beatrice, grazie mille per averci scritto!
      Come pubblicazione le consigliamo un volume del Touring club Italiano: “Cimiteri d’Europa, Un patrimonio da conoscere e restaurare” a cura di Mauro Felicori e Annalisa Zanotti.
      Il libro offre una panoramica sui cimiteri europei, compresi i principali cimiteri monumentali italiani. E’ un volume fatto molto bene con descrizioni, immagini di buona qualità, indirizzi e orari di apertura.
      Effettivamente un elenco di soli cimiteri monumentali italiani non esiste, possiamo suggerirle una traccia già piuttosto completa.
      Dalle nostre ricerche, è possibile trovare cimiteri Monumentali a

      Bari
      Bologna
      Brescia
      Bergamo
      Genova
      Milano
      Roma
      Trento (ce ne sono 2)
      Catania
      Firenze
      Legnano
      Lecce
      Messina
      Napoli
      Pavia
      Pisa
      Ravenna
      Torino
      Trieste
      Verona
      Bologna
      Parma

      Grazie alla sua domanda dedicheremo presto un post, dal momento che non c’è nulla di davvero esaustivo, a questo argomento.
      La redazione.

      1. Ciao, in precedenza ho sbagliato inserendo il commento!

        Due bei monumentali anche in Sardegna, a Cagliari ed Iglesias

        🙂

        Marco.

      2. Ho scoperto da poco questo sito ..davvero interessante. Colgo l’occasione per comunicare che esiste un Cimitero Monumentale anche a Caltanissetta, il Cimitero “Angeli”.

        1. Grazie mille Michele!
          Ti ringraziamo anche per il tuo interessante suggerimento.
          Se avremo la possibilità, cercheremo sicuramente di dedicare uno spazio anche al cimitero che ci hai gentilmente segnalato.
          Grazie ancora
          La redazione

  2. Buongiorno,
    sono una studentessa di Scienze e tecniche del turismo culturale e nella mia tesi ho deciso di parlare del turismo cimiteriale. Volevo chiedervi se avete dei contatti dove potervi scrivere più dettagliatamente.

    Vi ringrazio,
    Sara

    1. Buongiorno Sara,
      scusa eravamo in vacanza!

      Esistono diverse pubblicazioni che possono aiutarti:

      La guida del TCI Cimiteri d’Europa e Passeggiate nei Prati dell’Eternità di Valeria Paniccia

      Poi ci sono due pagine di Facebook molto interessanti, il Salone del Lutto e Percorsi d’ARTE Funeraria e i relativi siti/blog

      http://ipercorsidartefunerariadivaleria.blogspot.it/
      http://salonedellutto.com/

      Speriamo di esserti stati d’aiuto

      Se avessi bisogno di altro puoi scrivere alla creatrice di necrosturismo.it: sara.zugni@gmail.com
      La redazione

      1. Buongiorno,
        Scusate me per l’enorme ritardo nel rispondere! Vi ringrazio tantissimo per le informazioni che mi avete dato 🙂

    1. Grazie mille Valeria, ti seguo con molto interesse ed è stato un piacere citare te e il tuo lavoro.
      Mi piacerebbe davvero tanto conoscerti…ogni tanto mi capita di passare a Milano e al Monumentale. Lo adoro.
      Questa è la mia e-mail personale
      sara.zugni@gmail.com
      Dai sentiamoci via e-mail così magari riusciamo a incontrarci!
      Mi farebbe molto piacere…potrei farti un’intervista!
      Sara

    1. Gentilissima Donatella,
      cerco di darti un prima risposta, anche se con un pò di tempo si potrebbe approfondire meglio. Appena riusciamo dedicheremo un post completamente a questo interessante argomento.
      Oltre al famedio del Cimitero Monumentale di Milano, probabilmente uno dei più famosi d’Italia, ti posso suggerire il famedio di Genova, quello di Bologna, ricavato nelle strutture della Certosa e quelli di Brescia e Messina. Non possiamo non citare quello del Verano a Roma. Il modello a cui, in generale, il famedio si ispira è il Pantheon di Agrippa: una costruzione a pianta centrale, solitamente collocata in zone particolarmente rilevanti all’interno di grandi complessi cimiteriali.
      A Ferrara c’è un famedio militare.
      La Redazione

  3. Buongiorno,
    per caso ho scoperto questo sito che trovo molto interessante. Colgo l’occasione per sapere da voi se in base alla legislazione italiana è possibile fotografare nei cimiteri comunali, ovviamente dove non è specificatamente vietato, le immagini dei defunti, magari quelli più datati e senza i loro nomi, sia a scopo privato che non.
    Grazie.

    1. La prassi prevede che venga fatta richiesta all’ufficio che amministra il cimitero che desidera fotografare, soprattutto se le immagini vengono utilizzate per materiale di comunicazione o pubblicitario. Di solito comunque è buona cosa cosa fare una richiesta ufficiale.
      LA Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =

Al di là dei soliti itinerari